Come faccio a trovare le organizzazioni d’invio della mia provincia/regione?
Il modo più veloce è usare il database europeo delle organizzazioni accreditate SVE. Scegliendo country: Italy, type of accreditation: sending ti usciranno tutte le organizzazioni in Italia che possono fare la partnership SVE e mandare i volontari all’estero.

Sono di Napoli, posso avere la JOINT come la sending organization?
Ti consigliamo di trovarti una sending nella tua zona per risparmiarti tempo e soldi. Prima della partenza per lo SVE si devono fare vari incontri preparativi, formazione pre-partenza, faccende burocratiche come la firma del contratto, la firma dell’assicurazione etc.

Voglio avere Associazione Joint come sending organization, come faccio?
Se volete Associazione Joint come Sending Organization è necessario compilare questo modulo online e successivamente contattare l’indirizzo [email protected]
Responsabili SVE: Daniele Seca & Melani Hromin

Come si usa il database europeo?
La ricerca può essere effettuata per paese o per tipologia di attività (anche entrambi). Ricordati sempre di scegliere hosting come tipo dell’accreditamento. Altre chiavi di ricerca tipo inclusion, EI (codice dell’accreditamento) sono meno importanti.
Ogni progetto è identificato da:
• EI ref – un codice che si riferisce alla data dell’accreditamento e del suo rinnovo
• tema del progetto e spesso secondo tema (complementare)
•Approval date/Validity date indicano la validità dell’accreditamento e non c’entrano niente con le date dei progetti. Nel database europeo si inseriscono le descrizioni generali dei progetti, senza i dettagli rispetto alla durata, l’inizio e fine dei periodi di accoglienza dei volontari. Bisogna chiedere tutte le informazioni specifiche direttamente alle hosting.
• Inclusion (specifica le categorie di minori opportunità, coloro che appartengono a queste categorie possono essere privilegiati nella fase di selezione).
Ogni scheda del progetto contiene:
• una breve descrizione del progetto e dell’organizzazione di accoglienza
• una descrizione dei compiti dei volontari
• una descrizione dei target group
• gli indirizzi utili per contattare l’organizzazione di accoglienza

In quale lingua bisogna scrivere le candidature?
Bisogna seguire le indicazioni dell’annuncio trovato. Se la selezione la fanno le organizzazioni d’invio spesso richiedono di scrivere in italiano.
Se la fanno le organizzazioni d’accoglienza di solito si usa l’inglese.
Se invece ti candidi a una delle organizzazioni identificate tramite il database europeo usa l’inglese o la lingua di quel paese.

Conosco un’organizzazione in Spagna con cui vorrei fare lo SVE, loro però non sono accreditati. Come faccio?
Potresti proporre a questa organizzazione di accreditarsi. Se non sanno come fare, possono recarsi alla Agenzia Nazionale o ad altre organizzazioni esperte nello SVE della zona. Alcune organizzazioni fanno anche da enti coordinanti per le altre hosting occupandosi della amministrazione del progetto (selezione dei volontari, la parte burocratica del progetto, formazione dei volontari, pratiche assicurative etc).

Quale è la differenza fra la scadenza per candidarsi e la scadenza per richiedere il finanziamento?
Esistono 3 scadenze fisse entro le quali bisogna presentare le richieste di finanziamento per i progetti:

1°febbraio – 1°maggio- 1°ottobre

Tutte le organizzazioni che vogliono organizzare i progetti in Europa devono seguire queste scadenze per presentare le richieste di finanziamento. Le scadenze per presentare le candidature invece dipendono dalle organizzazioni che fanno le selezioni. Es. per poter presentare il progetto al 1 febbraio la Joint ha chiuso le selezioni dei volontari all’inizio di gennaio.

Vorrei fare lo SVE in Tenerife, non risulta però nessuna organizzazione accreditata nel database europeo.
Potresti contattare l’Agenzia Nazionale del Programma Gioventù in Azione in Spagna e chiedere se stanno procedendo con qualche accreditamento per Tenerife.

Dove si possono trovare i progetti fuori Europa?
É difficile trovare i progetti fuori Europa in quanto il programma Gioventù in Azione è europeo.
Non esiste nessun database per i progetti extraeuropei. Quindi bisogna informarsi direttamente presso le organizzazioni accreditate per l’invio se fanno oppure hanno intenzione di fare i progetti con i partner extraeuropei.
I progetti fuori Europa sono pochi per due principali motivi:
– Sono più complessi nel senso organizzativo (difficoltà a trovare i buoni partner, obbligo dei visti e dei permessi, costi elevati rispetto ai progetti europei);
– Sono più complessi nel senso amministrativo: bisogna presentarli all’ Agenzia Executiva a Bruxelles – ente centrale che gestisce il Programma (vedi la tabella differenze fra progetti europei ed extraeuropei).

Quali sono le differenze fra i progetti europei ed extraeuropei?
Ogni paese europeo ha la propria Agenzia Nazionale, cioè l’ente che a livello nazionale assiste la Commissione europea nella gestione dei fondi assegnati a questo paese per i progetti in tutte le 5 azioni del Programma Gioventù in Azione. Le Agenzie nazionali sono anche responsabili per la promozione delle opportunità del Programma, la formazione dei partecipanti e lo staff delle organizzazioni coinvolte. Per quanto riguarda lo SVE, le Agenzie Nazionali sono responsabili per: accreditamento delle organizzazioni; monitoraggio dei progetti; formazione all’arrivo e valutazione intermedia dei volontari stranieri ospitati; mediazioni fra i volontari e le loro organizzazioni ospitanti nel caso di conflitti; etc. Fuori Europa le organizzazioni hosting non hanno nessun sostegno istituzionale e non vengono in nessun modo controllate. L’organizzazione coordinante –partner europeo assume quindi la totale responsabilità del progetto e del suo successo.

Posso lavorare durante il mio progetto SVE?
Lo SVE è volontariato a tempo pieno e fornisce al volontario: vitto, alloggio, assicurazione, paghetta mensile, formazione linguistica, supporto e tutoraggio da parte dell’ organizzazione di accoglienza. Tutto questo è fornito ai volontari per dar loro lo spazio e il tempo per dedicarsi al lavoro svolto per l’organizzazione di accoglienza, integrarsi con la comunità locale, approfondire la lingua e la cultura del paese di accoglienza. Se uno si approffita di questo supporto per dedicarsi al lavoro retribuito va contro le regole e la filosofia dello SVE.

Chi finanzia lo SVE?
Servizio Volontario Europeo fa parte del programma comunitario Gioventù in Azione (gestito dalla Commissione Europea). Il Programma Gioventù in Azione è uno strumento di sostegno e finanziamento ai progetti che favoriscono l’educazione non formale, l’apprendimento interculturale, la solidarietà e la mobilità internazionale dei giovani.

Come mai le organizzazioni di Azerbaigian si trovano nel database europeo?
Dal 2012 ‘si era aperta’ cosidetta Finestra del partenariato orientale per la gioventù al fine di aumentare il numero di progetti Gioventù in Azione e di partecipanti provenienti dai 6 Paesi partner limitrofi del Partenariato orientale: Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldavia e Ucraina. Inoltre è stato introdotto l’obbligo di accreditamento per le organizzazioni provenienti da questi paesi.

Per quale motivo le organizzazioni di Ucraina hanno le lettere PL nel codice di accreditamento SVE?
I 6 paesi della Finestra del partenariato orientale per la gioventù: Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldavia e Ucraina siccome non appartengono all’Unione Europea non possiedono le proprie Agenzie Nazionali. L’ente che li accredita – SALTO Eastern Europe&Caucasus- ha la propria sede a Varsavia e per questo motivo tutte le organizzazioni della Finestra del partenariato orientale avranno la sigla PL nei loro codici di accreditamento SVE.

Come posso sapere di più sul programma Gioventù in Azione?
In Italia è coordinato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Se ho fatto un’esperienza di Servizio Civile posso fare lo SVE e viceversa?
Sì, il Servizio Civile e lo SVE sono due esperienze diverse e non si escludono a vicenda. Il primo è finanziato dallo Stato Italiano il secondo dalla Commissione Europea.

Una volta conclusa l’esperienza di SVE verrà rilasciato un documento che attesti la mai partecipazione al progetto?
Sì, ogni volontario internazionale, al termine del progetto di volontariato per il quale ha prestato la sua attività, riceverà uno Youthpass. Questo documento descrive e legittima l’esperienza di educazione non formale, qualificandola come educativa e formativa.

Esistono altre opportunità di svolgere volontariato all’estero oltre allo SVE?
Sì, esistono molte altre opportunità come: il servizio civile all’estero, i campi di lavoro, il volontariato presso ONG e associazioni. Puoi trovare opportunità di questo tipo sul sito del volontariato internazionale.